La nuova linea di condizionatori Daikin Emura rappresenta la risposta a tutti i problemi che ci assillano d’estate: l’afa resterà solo un brutto ricordo. Il caldo estivo ha sempre turbato i pensieri, e soprattutto il sonno, degli italiani: col tempo (e col progredire della tecnologia), le soluzioni al problema si sono affinate e raffinate. Si è passati dai semplici ventagli ai ventilatori elettrici fino ai primi, mastodontici modelli di condizionatore, che quasi non entravano attraverso le porte.

Oggi ovviamente le cose sono diverse, e i condizionatori sono diventati dei veri e propri gioielli di tecnologia, in grado di garantire anche il benessere del nostro organismo, come ci viene ricordato anche dal Ministero della Salute, che in un recente vademecum sul modo per ottimizzare il microclima delle nostre case durante l’estate, consiglia di utilizzare proprio questi dispositivi al posto dei vecchi ventilatori. Stando agli esperti, infatti, quando fa molto caldo questi ultimi darebbero solo una percezione fittizia di benessere, perché si limitano a smuovere l’aria, che è appunto molto calda, senza però riuscire a far diminuire la temperatura ambientale, e pertanto fanno aumentare la sudorazione corporea.

Invece, l’uso di impianti di aria condizionata contribuisce a migliorare le condizioni di benessere e sicurezza negli ambienti nei quali si vive, soprattutto se azionati nelle ore più calde della giornata. I condizionatori, infatti, abbassano la temperatura ambientale e non intaccano il sistema di termoregolazione del nostro organismo. Insomma, sono macchine intelligenti. E sempre più raffinate e ricercate sotto il punto di vista estetico: proprio sulla forma e sulla qualità di materiali e finiture punta la linea Daikin Emura, una delle più apprezzate del mercato. Il profilo della macchina slanciato, aerodinamico e sottile, viene messo in risalto dalle due diverse colorazioni (il bianco opaco tipico della casa produttrice viene affiancato da una variante argento-antracite), dimostrando come una progettazione d’avanguardia possa unire da un lato efficienza e comfort superiori e, dall’altro, forme ispirate delle più sofisticate tendenze dell’interior design, per realizzare climatizzatori che si adeguano a ogni stile di arredamento casalingo. Non a caso il condizionatore della società giapponese è stato già premiato con il prestigioso Red Dot Design Award 2014, con la giuria tecnica che ha esaltato le caratteristiche sotto i profili della qualità, dell’estetica, dell’innovazione, della funzionalità e del loro impatto sull’ambiente.

 

SCOPRI TUTTE LE CARATTERISTICHE

Infatti, Daikin Emura non è solo bello da vedere, ma anche utile e dotato della massima tecnologia disponibile, che assicura ad esempio efficienza e risparmio nei consumi, con prestazioni certificate in classe A+++. Inoltre, grazie a uno speciale sensore multifunzione l’apparecchio è in grado di valutare se nella stanza ci siano o meno persone: in caso negativo, dopo 20 minuti modifica automaticamente il set point (ossia la temperatura decretata per quell’ambiente) per risparmiare corrente. Se invece viene riconosciuta la presenza umana, lo stesso sensore si occupa di migliorare il comfort del locale, evitando spiacevoli correnti dirette sulle persone.

Proprio a testimonianza di questo impegno nel campo dei consumi intelligenti, Daikin Italy ha scelto di sostenere RhOME for denCity, il progetto con cui la squadra di universitari di Roma Tre ha partecipato al Solar Decathlon Europe 2014, gara internazionale di bioarchitettura che prevede il confronto tra 20 università di tutto il mondo. La società asiatica ha offerto al team italiano le migliori soluzioni per il riscaldamento e raffrescamento domestico in pompa di calore, oltre che un gruppo di esperti che ha lavorato a stretto contatto con i cosiddetti decatleti. L’obiettivo, come ha spiegato il direttore marketing di Daikin Italy Marco Dall’Ombra, è “contribuire attivamente alla realizzazione di idee e iniziative per un’edilizia più sostenibile sul nostro territorio”.

Post correlati